L’IPAZIA ha innalzato le colonne il 19 settembre 2015 ed e’ un Tempio della:

Serenissima Gran Loggia Nazionale Italiana degli Antichi Liberi Accettati Massoni
Tradizione di Piazza del Gesù
Gr Or Roma

I fondatori dell’IPAZIA sono tre fratelli che hanno avuto il benestare, dopo molti anni di appartenenza alla stessa Obbedienza, dal Gran Maestro Luigi Bastiani.

La nostra Obbedienza, molto Liberale e futurista prevede che le donne non siano discriminate e gli da la possibilita’ di partecipare ai riti e ai lavori con gli stessi privilegi degli uomini.

Ogni Tempio ha un nome, dove tutti gli appartenenti si identificano e lo rende unico nel suo genere, pertanto dopo una attenta valutazione, emerge il nome di IPAZIA.

IPAZIA e’ il nome di una martire greca, uccisa dai cristiani, era considerata una donna estremamente colta, filosofa, matematica ed astronoma, qualita’ e titoli eccelsi che elevano lo spirito e la mente ad orizzonti infiniti del “sapere”, dell’essere e dell’ avere.

IPAZIA diventa il nostro emblema, la nostra Musa, la nostra effige.

Una volta erette le colonne del tempio, tutti lavorano per esso, ogni Fratello ha un compito importante da svolgere, nel rispetto del proprio grado e in base alle proprie capacita’.

Dall’innalzamento delle colonne ad oggi l’officina e’ aumentata numericamente diventando mese dopo mese sempre piu’ solida e corposa permettendo di realizzare opere benefiche a favore dei piu’ poveri, oppure di devolvere il nostro “tesoretto” ad associazioni umanitarie, non ultimo di mettere in cantiere l’acquisto di un defibrillatore da inviare in un ospedale gestito esclusivamente da medici e infermieri volontari in Africa.

L’IPAZIA non nasconde nulla se non i propri lavori all’interno del Tempio, ma semplicemente per discrezione e per evitare malintesi dettati dalla poca informazione che si genera tra la gente comune.

Tutto quello che era possibile dire ai profani e’ stato detto, L’IPAZIA si mette a disposizione per accogliere le richieste di chi sente nel proprio cuore il desiderio di essere Massone, ma nel vero senso della parola, convinto del percorso iniziatico che si appresta a compiere, con tanti sacrifici per aiutare il prossimo, aiutando se stesso.

 

M:. V:.